Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, strage del pulmino: i funerali dei disabili. A Tuoro l'addio a Ivan

Lacrime a Villa Mimose

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Strage del pulmino, la procura di Arezzo ha concesso il nulla osta alla sepoltura per le salme dei tre disabili morti nello schianto. Tre le vittime nello spaventoso incidente di lunedì 2 marzo alla Fratta di Cortona. Il mezzo con a bordo otto persone è finito contro il tronco di un albero sul lato della provinciale 28. Dopo l'attività di ballo e di lavoro all'esterno, rientravano alla struttura Villa Mimose al Ferretto. Domani, giovedì 5 marzo, alle 14.30 nella chiesa parrocchiale di Tuoro sul Trasimeno sarà celebrato il funerale di Ivan Osmeri, 45 anni. Grande commozione nel paese dell'Umbria del quale era originario. Da alcuni anni era ospite della Residenza sanitaria per disabili cognitivi al Ferretto di Cortona. Si stanno organizzando anche le esequie di Luigi Romano, 45 anni, originario di Napoli ma proveniente da Firenze e di Selene Foschi, 43, di Livorno. La tragedia si è consumata prima delle 20, quando il pulmino affrontava un tratto stretto con file di alberi ai lati. Era buio e pioveva. Indagata per omicidio colposo plurimo la donna quarantenne che era al volante. Una dipendente della cooperativa, di origini rumene, del Trasimeno. Operatrice socio sanitaria, è considerata come persona valida e affidabile. L'inchiesta del pm Marco Dioni è volta a capire cosa abbia provocato la perdita del controllo del pulmino e se la condotta di guida era adeguata. L'autista è ricoverata con fratture al San Donato. In prognosi riservata alle Scotte di Siena, stabili, altri tre disabili: due uomini di Viterbo e una donna di Civitavecchia. Dimessa un'altra ospite di Porto Santo Stefano.