Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, una "vela" per dire grazie a tutto il personale medico dell'ospedale di Arezzo

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Una "vela" per dire grazie a tutto il personale medico dell'ospedale San Donato di Arezzo. Sembra apparsa dal nulla, nella notte tra martedì e mercoledì 18 marzo. Illuminata. Qualcuno ha cominciato a fotografarla e l'immagine ha presto fatto il giro della città sui social. C'è scritto "A medici, infermieri e a tutto l'ospedale di Arezzo. Grazie di cuore". Dietro tutto questo c'è Gianluca Ricci, che ha un'agenzia di grafica e comunicazione Areacreativa e Affissioni Arezzo. E' un aretino che ha voluto così omaggiare tutto il personale del San Donato "per quello che sta facendo in questi giorni di Coronavirus", dice. Non solo. Ma sono opera sua anche i due manifesti che campeggiano ai bordi delle strade aretine con su scritto "Arezzo non molla". Intanto sul fronte contagi, il dato di ieri, martedì 17 marzo, è salito a più 24 contagi che si vanno a sommare ai 54 da quando è partita l'epidemia. Il picco è atteso tra il 26 e il 28 di marzo. C'è un paese, Badia Tedalda dove il sindaco Santucci ha annunciato il contagio del vice sindaco e del medico. Santucci ha chiesto una task force della Regione: "Serve di fare il tampone a tutti".