Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Coronavirus: rinviata al 2021 L'Ardita, ciclostorica dell'Alpe di Poti

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Rinviata al prossimo anno la ciclostorica di Arezzo e dell'Alpe di Poti, L'Ardita. La decisione, che era prevedibile, è stata comunicata ufficialmente dagli organizzatori oggi, 19 marzo 2020. La manifestazione che raduna centinaia di appassionati con le biciclette vintage si svolgerà quindi il 18 aprile 2021. "Abbiamo lavorato tanto per una quinta edizione de L'Ardita Ciclostorica dell'Alpe di Poti, davvero speciale ed a giudicare dalle iscrizioni pervenute fino all'inizio di questo mese, in tanti avete creduto in noi", scrivono gli organizzatori. "L'emergenza in atto del Covid-19, l'aggravarsi continuo del quadro sanitario, le rinunce che sempre di più ci vengono imposte e che limitano la nostra libertà e la pratica del nostro sport, ma ancora prima che minano il nostro lavoro e la nostra salute, ci impongono di porre in primo piano la vostra sicurezza. Per approfondire: guarda le foto dell'Ardita 2019 Dopo mille riflessioni, ci sentiamo in dovere, nel rispetto di tutti voi, di annullare L'Adita, rinviandola al prossimo anno, insieme ai tanti eventi collaterali previsti nel festival Bicinfiera. Si tratta di un atto di responsabilità e senso civico che Vi dobbiamo. L'incertezza sulla data di rientro ad una piena condizione di normalità, i tanti eventi già in programma ed i tanti in riprogrammazione, ci impongono di rinunciare a trovare un'altra data. Metteremmo in difficoltà altri organizzatori e riempiremo ancora di più un calendario già ricco di eventi, con ricadute negative per altre ciclostoriche che non vogliamo creare”. Tutte le iscrizioni perfezionate saranno automaticamente conservate per la prossima edizione. Gli Arditi concludono così: "Siamo solidali… ci vediamo a pedalare alle prossime ciclostoriche, sperando di poterlo fare il prima possibile nella nostra cara e amata Italia".