Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Coronavirus: le richieste dei buoni spesa fino al 10 aprile. Il modulo. Tetto sui soldi in banca

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Sul sito del Comune di Arezzo è scaricabile da ieri il modulo. “Possono essere ammessi a contributo coloro che hanno una giacenza bancaria inferiore ai 12 mila euro”, ha specificato il sindaco Alessandro Ghinelli nel videomessaggio di ieri sera. La scadenza per presentare la domanda è il 10 aprile alle ore 20. La graduatoria per i buoni spesa sarà basata sul numero dei componenti del nucleo familiare, dell'Isee (se non disponibile, presentabile entro l'anno) e delle motivazioni di lavoro che portano alla situazione di disagio. Ci sono 525mila euro da destinare alle situazioni di emergenza alimentare causate dal Coronavirus. Istituito anche un conto corrente del Comune per le donazioni relative all'emergenza sanitaria. Tutti i dati e i riferimenti per ottenere i bonus sono sul sito del Comune di Arezzo. Il modulo, debitamente compilato, firmato e con allegato un documento d'identità del richiedente all'indirizzo [email protected] Il modulo, disponibile in due formati, si scarica al link bit.ly/buoni_spesaAR Scadenza: le ore 20 di venerdì 10 aprile. Per informazioni e chiarimenti: 0575 377179 - 0575 377777 - [email protected] A breve verrà attivata anche una piattaforma web per inviare online le richieste, senza necessità di stampare il modulo, ma le due modalità sono alternative e non è quindi ammesso fruirne contemporaneamente. Il Comune effettuerà i dovuti controlli circa la veridicità delle dichiarazioni rese richiedendo la produzione di specifica documentazione che le comprovi. * * * In città restano 45 i contagiati: nessun nuovo contagio. In quarantena 146 persone. “I dati sono buoni”, ha commentato Ghinelli “ma questo non ci deve portare ad abbassare la guardia. Siamo una realtà virtuosa, dobbiamo continuare a restare su questo livello”. Nell'analisi del sindaco, l'andamento dei contagi su Arezzo è quasi orizzontale e la provincia va verso una riduzione progressiva. Le previsioni indicano, alla fine, 50 unità per la città, da raggiungere nell'arco dei prossimi 6/7 giorni. La stima per la Toscana si collocherà nell'arco delle prossime settimane fra 7 e 10 mila contagiati. Il tasso di crescita dei contagi per Arezzo, nell'arco di una settimana, dovrebbe arrivare a zero. Sul versante dei controlli, 84 le persone su cui la Polizia municipale ha fatto accertamenti, con tre sanzioni per inottemperanze al decreto. Verifiche ai supermercati: troppe persone. Da Ghinelli nuove esortazioni a rimanere a casa e contenere gli spostamenti. Ma gli appelli sono disattesi nelle mattine soleggiate. E c'è chi va a fare la spesa in più persone. E non va bene. Mentre in Italia si parla di passeggiate e ore d'aria, Ghinelli annuncia: “Scriverò al Governatore della Toscana, Enrico Rossi, affinché faccia un provvedimento più restrittivo rispetto a quello del Ministero. È opportuno che ci si attenga alle regole: rimanere a casa porta un grande vantaggio, rimanere fuori dal contagio”. Poi, parlando dei suoi capelli diventati in questi giorni lunghi, riferimento ai parrucchieri che fanno servizio domiciliare. “Li esorto, come i clienti, a non contravvenire alla regola e al buon senso”. Sulla residenza sanitaria all'hotel Planet di Rigutino e sui possibili rischi per gli abitanti, Ghinelli attende la risposta dalla Asl. Sara Polvani