Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matrimonio ai tempi del Coronavirus: dicono sì con guanti e mascherina

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Hanno detto sì protetti da guanti e mascherine. Davanti al sindaco e a due testimoni. L'amore ai tempi del Coronavirus ha il sorriso felice di Giada Mengoni e Nicola Tellini, due ragazzi di Chiusi della Verna che nonostante le ristrettezze imposte dal periodo di emergenza non hanno voluto rimandare il loro giorno più bello. Perché anche con il Coronavirus, questo è e resterà il loro giorno. Quello nel quale si sono scambiati amore eterno. A celebrare il rito il sindaco Giampaolo Tellini, anche lui in guanti e mascherina. Si sarebbe potuto opporre, ma non lo ha fatto. Spiega: “Avrei potuto rinviare il matrimonio, vista l'emergenza che stiamo vivendo, ma ho detto no. Perché celebrare un'unione in questo periodo è anche regalare un segno di speranza. E se poi questo arriva da due ragazzi giovani che hanno appena superato i 20 anni di età, lo è ancora di più”. Puntuale, sabato 4 aprile 2020, la coppia ha fatto il suo ingresso nella sala consiliare del Comune casentinese. Lei in abito scuro con un bouquet di rose bianche, lui in giacca e cravatta. Ad assistere alla cerimonia i due testimoni. “La legge permette di celebrare le nozze con tutte le precauzioni del caso - spiega ancora il sindaco Tellini - E quindi è stata scelta la Sala del Consiglio, perché è grande. Tutti noi, io, gli sposi e i testimoni, abbiamo indossato la mascherina e i guanti e ci siamo tenuti alla distanza di un metro”. La cerimonia semplice e anche emozionante per il sindaco stesso, visto che “con lo sposo siamo parenti”, racconta Tellini. Poi è arrivato lo scambio del bacio “ma anche in quell'istante nessuno dei due sposi si è tolto la mascherina. Un bacio protetto”, racconta ancora il primo cittadino. Alla fine della cerimonia la foto di rito. Sul tavolo è stato appoggiato un quadro con un grande arcobaleno con i nomi Giada e Nicola e la scritta “andrà tutto bene”. Per il sindaco Giampaolo Tellini un matrimonio indimenticabile: “Ne ho celebrati tanti da quando sono primo cittadino. Ma questo non lo dimenticherò. Protetti in questo modo. Avrei potuto chiedere agli sposi di rimandare, ma ho preferito celebrarlo, perché volevo dare un segno di speranza prima di tutto per la nostra comunità e poi per tutti. La vita va avanti nonostante tutto. Nonostante il Coronavirus”.