Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Cristiano Romani per Pionta e Campo di Marte: "Vigilanza ed eventi, pago di tasca mia. Chi ci sta?"

Cristiano Romani, infermiere e politico

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Un presidio fisso di polizia privata al Pionta e nelle altre zone della città vulnerabili e soggette ad essere influenzate dal microcrimine. E' la proposta dell'Associazione Cultura Nazionale guidata da Cristiano Romani, esponente della Lega. Un'idea intorno alla quale Romani cerca adesso di coagulare condivisione e consenso. Il suo pensiero è stato esposto lunedì scorso durante una diretta facebook. L'obiettivo è la difesa e la riqualificazione “delle zone più esposte alla criminalità e allo spaccio nella nostra città, per esempio Campo Marte e Parco del Pionta”. In termini operativi concreti si tratterebbe di “mettere un presidio fisso di polizia privata all'interno delle zone interessate da fenomeni di criminalità, che funzioni da deterrente contro queste attività, in stretto contatto e collaborazione con polizia municipale e forze dell'ordine”. Cristiano Romani aggiunge: “Il controllo del territorio è essenziale per riappropriarci dei nostri spazi”. E non è tutto perché Romani intende animare e movimentare queste zone: “Con la mia associazione, porterò, quando sarà possibile (finita la pandemia e clima permettendo), grandi eventi culturali in quelle zone. Oltre il controllo, ci si riappropria del territorio anche con la cultura. E io, in collaborazione con chi vorrà prendere parte al progetto, farò la mia parte. Di tasca mia”, conclude Cristiano Romani.