Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guerrina, padre Faustino: "Torno a testimoniare". Il marocchino non c'è

Padre Graziano

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Ancora novità nell'inchiesta sulla scomparsa di Guerrina Piscaglia che vede padre Graziano indagato per favoreggiamento nella scomparsa o omicidio della donna. Dal Congo padre Faustino, contattato dagli inquirenti, ha assicurato che prima di Pasqua sarà in Italia per l'incidente probatorio. Non si presenterà il 23 febbraio, quindi, ma nelle settimane successive. Deve parlare a proposito del fantomatico 'zio Francesco', che dopo il primo maggio aveva con sé Guerrina, ma che secondo la procura è un personaggio inesistente creato da padre Graziano per sviare le indagini. Altra novità è che il 9 febbraio, lunedì prossimo, non sarà all'incidente probatorio l'ambulante marocchino di Gubbio (è in Marocco) sul quale nella fase iniziale della vicenda era addensato il sospetto di una fuga d'amore con Guerrina, in realtà pure questa irreale. Confermata invece la testimonianza, il 9 febbraio, che renderà la giovane nomade rumena di Perugia sugli incontri di sesso a pagamento con padre Graziano. La procura mette in fila gli indizi contro Gratien Alabi (che si proclama estraneo ai fatti) e potrebbe chiedere una misura cautelare più forte rispetto al divieto di espatrio. Articolo sul Corriere in edicola, edizione 3 febbraio