Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La Corte dei Conti: Brandi e gli altri ex amministratori non devono pagare

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

L'ex sindaco Paolo Brandi e altri otto ex amministratori comunali di Castiglion Fiorentino nel periodo 2001 - 2011 non dovranno pagare le sanzioni per milioni di euro che inizialmente la procura della Corte dei Conti aveva chiesto. La pena, in base alla prima richiesta, era relativa a quattro delibere ritenute irregolari perché avrebbero indebitato in modo anomalo il Comune. La stessa procura della Corte dei Conti ha però preso atto delle memorie e dei chiarimenti forniti dagli ex amministratori ed ha archiviato la questione. Delibere dunque regolari e nessun danno al municipio castiglionese. Si trattava di anticipazioni di cassa e di un mutuo. Secondo la contestazione iniziale il Comune avrebbe destinato le somme alla spesa corrente e non agli investimenti. Gli amministratori avevano ribattuto che con i soldi erano state compiute tutta una serie di opere pubbliche, pagate e portate a termine, sul territorio. Gli ex amministratori coinvolti sono oltre all'ex sindaco Paolo Brandi, Alessandro Bennati, Ugo Caporali, Enrico Cesarini, Francesco Fossati, Edoardo Lucci, Angiola Lucini, Ferdinando Pari, Pierino Purismi e Ferruccio Sereni. Le presunte anomalie erano emerse nel corso dell'ispezione ministeriale che è poi sfociata nella vicenda del dissesto. Resta ancora aperto il procedimento penale che riguarda Brandi e Cesarini. ARTICOLO SUL CORRIERE IN EDICOLA E ON LINE DELL'11 APRILE