Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Benigni legge Dante in Senato

default_image

Marco Antonucci
  • a
  • a
  • a

Un premio Oscar per celebrare Dante nel 750esimo anniversario della nascita. Un palcoscenico inusuale questa mattina - l'aula del Senato - per Roberto Benigni che ha dato voce al Sommo Poeta spiegando e declamando il Canto XXXIII del Paradiso. Un viaggio di parole affascinante, come solo il regista e attore nato alla Misericordia di Castiglion Fiorentino sa donare con la sua voce e la sua particolarissima interpretazione che ha incantato quanti hanno preso posto tra gli scranni di Palazzo Madama. Dove ha preso posto, tra gli altri, anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.