Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spari al seggio, la difesa dell'intruso: "Né pregiudicato né violento"

default_image

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

"Non è un pregiudicato e non è un violento". L'avvocato Antonio Bonacci, che difende l'uomo ferito e arrestato dopo gli spari al seggio di Staggiano, ha incontrato Salvatore Mautone in carcere.   Guarda il video Venerdì 5 giugno l'interrogatorio in carcere davanti al gip per l'udienza di convalida. Il quarantenne è accusato di resistenza, oltraggio e minacce a pubblico ufficiale. Lunedì primo giugno, alle 11, si era presentato al seggio con la ferma intenzione di votare. Ma era fuori tempo, essendo chiuse le urne dalle 23. Introdottosi nella scuola elementare Tricca, era stato fermato dal poliziotto di vigilanza. Era nato un contrasto in due atti durante il quale l'agente sarebbe stato pesante minacciato e spintonato. Nella concitata situazione un primo sparo in aria e poi durante la colluttazione nel cortile, il secondo, con la pallottola che ha raggiunto Mautone alla coscia. Portato in ospedale e medicato è stato poi rinchiuso a San Benedetto. "Era senza armi o oggetti contundenti in mano - dice l'avvocato Bonacci - e poteva morire se la pallottola avesse colpito l'arteria femorale". ARTICOLO SUL CORRIERE IN EDICOLA E ONLINE DEL 4 MAGGIO