Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Esche avvelenate alla Marchionna, è ancora allarme

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Di nuovo allarme polpette avvelenate alla Marchionna. Stavolta il tam tam sulla presenza di bocconi killer che, nel giro di quindici giorni, avrebbero ucciso due cani, è scattato tramite la pagina Facebook “Sei di Arezzo se...”. “Continuano a mettere polpette avvelenate per i cani qua alla Marchionna... come si può fare a beccare sti' bastardi?” si legge in uno dei post. Dunque nuovi episodi che stanno allarmando sia i residenti della zona cittadina sia chi, approfittando delle aree verdi dell'area residenziale, porta a passeggio i propri animali. Un caso che già la settimana prima di Ferragosto aveva preoccupato in città. Tanto che, alcuni residenti, avevano anche lanciato l'idea di istituire una taglia per chi avesse fornito informazioni utili a rintracciare i responsabili di queste azioni incivili. Il 7 agosto in particolare si erano verificati alcuni episodi di avvelenamento: un cane morto, uno ridotto in coma e uno ferito. Un bollettino di guerra se si pensa che era scaturito da una semplice passeggiata nel parco di via Funghini. “Auspico che quello che io ritengo essere un ‘assassino' sia identificato - si sfogò a metà agosto un residente - e stiamo valutando se offrire una ricompensa in denaro da riservare a chi ci fornisce indizi utili a risalire al responsabile di un atto vile quanto criminale, punibile anche dal codice penale”. Ora si spera davvero che qualcosa venga fatto. Grazie al nuovo appello lanciato anche sui social network.