Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gratien dai giudici: "Datemi i domiciliari". Zacheo minacciato: "Sono turbato"

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Padre Graziano davanti ai giudici del Riesame: "Concedetemi i domiciliari". Mentre a Cà Raffaello compaiono inqualificabili scritte minatorie contro l'avvocato difensore Zacheo. Clima teso alla vigilia del processo in Corte d'Assise (venerdì 4 dicembre) per la morte di Guerrina Piscaglia, il cui corpo non è stato mai trovato. Oggi lunedì 30 novembre Gratien Alabi esce dal carcere per recarsi a Firenze dove i suoi avvocati, Zacheo e Angeletti, chiedono la misura alternativa al carcere, con l'applicazione del braccialetto elettronico. La risposta potrebbe arrivare prima del processo. Intanto il difensore Zacheo, dopo le minacce: "Sono turbato, farò denuncia, mai capitata una cosa del genere, sto solo facendo il mio lavoro". ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 30 NOVEMBRE