Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gratien scarcerato forse oggi a Roma. Assise flop. Guerrina, l'ultimo sms

default_image

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Padre Graziano scarcerato aspetta il braccialetto elettronico per tornare al Convento di Roma. La traduzione dal carcere di Arezzo potrebbe avvenire già oggi pomeriggio, 4 dicembre, per ricevere l'apparecchio elettronico dalla Questura della Capitale. In Corte d'Assise in programma una udienza flop: il sacerdote ci sarà, ma i suoi avvocati Zacheo e Angeletti, alla luce della novità, hanno deciso di aderire allo sciopero delle Camere Penali. Tutto slitta di una settimana, ma c'è comunque attesa a palazzo di giustizia, prevista anche una piccola folla di spettatori e cronisti. Intanto ecco l'ultimo sms inviato a Guerrina come appello e ricevuto dal suo cellulare il 24 luglio 2014, quasi tre mesi dopo la sua scomparsa: lo inviò un carabiniere convinto che fosse andata via volontariamente. Il telefono si accese e si spense poi svanì del tutto. Secondo l'accusa il cellulare era nelle mani di padre Graziano, oggi accusato dell'omicidio della parrocchiana. Un processo al quale parteciperà facendo il pendolare da Roma ad Arezzo. Il provvedimento del Riesame che gli ha concesso i domiciliari con il braccialetto conferma comunque il quadro indiziario raccolto nei suoi confronti, ma le motivazioni ancora non si conoscono. SERVIZI SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 4 DICEMBRE