Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morto Licio Gelli, camera ardente ad Arezzo e funerale a Pistoia

Licio Gelli

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Con la morte di Licio Gelli se ne va un pezzo di storia d'Italia. Guarda le foto inedite di Gelli - GUARDA il video - ASCOLTA l'intervento del direttore - GUARDA il feretro esce da Villa Wanda La camera ardente sarà allestita alla Arciconfraternita della Misericordia di Arezzo, in via Garibaldi, dopo le 10. Il funerali saranno celebrati domani, giovedì 17 dicembre, a Pistoia, la città dove Gelli era nato il 21 aprile 1919. Il decesso dell'ex venerabile, capo della loggia P2 è avvenuto nella tarda serata di martedì 15 dicembre a Villa Wanda, la casa nella quale si stabilì find agli anni Settanta, acquistata dall'imprenditore Lebole. Malato da tempo, ormai non più pubblicamente attivo, sarebbe stato lo stesso Gelli, dopo l'ultima visita in ospedale con esito infausto, a chiedere alla moglie Gabriela di poter tornare a Villa Wanda. Lì si è spento nella villa sul colle di Santa Maria, scrigno di tanti segreti italiani. Amava Arezzo, ma il suo cuore era legato a Pistoia, dove riposa la prima moglie Wanda Vannacci. A Pistoia Gelli anni fa ha dedicato la straordinaria collezione di cimeli legati alla sua vicenda personale e a tanti personaggi storici. Un protagonista dell'ultimo secolo di storia italiana e non solo, legato a tante pagine oscure del Paese ma anche al boom economico. Licio Gelli lascia tre figli: Raffaello, Maria Rosa, Maurizio. Fino alla fine ha seguito le sue vicende giudiziarie legate proprio alla villa e al contenzioso con lo Stato per chiudere l'annosa vicenda fiscale. Con i suoi legali cercava una soluzione.