Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orafo rapinato in ditta: bastonato e legato, colpo da 300 mila euro

default_image

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Orafo aggredito e legato nella sua azienda. Maxi rapina da 300mila euro in via Romana ad Arezzo. Il colpo choc venerdì pomeriggio in una frequentatissima zona alla periferia della città. Non erano ancora le 19 quando due banditi si sono introdotti con l'inganno nei locali dell'ingrosso di metalli preziosi dei Fratelli Aretini per poi svuotare la casseforti e scappare con il bottino. Un raid che è stato messo in atto in modo fulmineo e con brutalità. Pare che un malvivente, a volto scoperto, abbia suonato il campanello dell'azienda e dal citofono abbia segnalato al titolare che qualcuno gli aveva danneggiato l'auto. Un gesto di cortesia dietro al quale era nascosta l'azione criminale compiuta con sfrontatezza e violenza. È stato a quel punto che l'orafo è caduto vittima dei rapinatori. I due lo hanno spinto all'interno della porta filtro per poi colpirlo con una mazza di legno. Lo hanno legato con delle fascette e poi hanno fatto razzia all'interno dell'azienda. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 7 FEBBRAIO