Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Monsignore arrestato, sequestrati immobili per 670mila euro

Monsignor Patrizio Benvenuti

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

In seguito all'arresto di monsignor Patrizio Benvenuti è scattato il sequestro di immobili nel comune di Poppi per un valore di 670 mila euro. Beni riconducibili al religioso e al suo collaboratore, Christian Ventisette. Il prelato è ai domiciliari mentre quest'ultimo è ricercato in Francia. Viene loro contestata una maxi truffa ai danni di 300 ignari cittadini, per lo più stranieri e anziani, che avevano affidato alla Fondazione Kepha i loro risparmi credendo che fossero finalizzati a opere di bene e a investimenti sicuri. Invece trenta milioni di euro sarebbero svaniti nel nulla, a pro dell'organizzazione. Le indagini della Guardia di Finanza sono scattate dopo che gli investitori non ricevevano nulla a fronte degli investimenti e dopo che una suora, ex collaboratrice del monsignore, ha messo a disposizione la documentazione che le era pervenuta, essendo stata inserita come responsabile 'testa di legno' della fondazione.