Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Banca Etruria, caso Rossi: Csm sente prefetto, avvocati e pm

Il procuratore Roberto Rossi

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Banca Etruria, novità al Csm nell'istruttoria sul procuratore di Arezzo, Roberto Rossi, titolare delle inchieste sull'istituto dichiarato insolvente. Prefetto di Arezzo e presidente dell'Ordine degli Avvocati saranno ascoltati giovedì 17 marzo dalla prima Commissione del Consiglio superiore della magistratura. Dopo il prefetto Alessandra Guidi e il presidente Piero Melani Graverini, il 24 marzo saranno invece ascoltati i tre pm della Procura di Arezzo del pool che con il procuratore Rossi indagano su Banca Etruria: si tratta di Angela Masiello, Julia Maggiore e Andrea Claudiani. L'attività è stata decisa in modo unanime dalla Commissione su proposta del presidente Renato Balduzzi allo scopo di ottenere un quadro esaustivo della situazione alla Procura di Arezzo impegnata in un lavoro estremamente delicato ed esposta anche alla pressione dei risparmiatori danneggiati dal decreto salva banche. In origine il fascicolo su Rossi al Csm era stato aperto per verificare se il magistrato fosse in conflitto di interessi per un incarico di consulenza svolto per conto del governo, governo del quale fa parte Maria Elena Boschi, figlia dell'ex vice presidente di Bpel.