Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Torna Gratien, task force per il viaggio: telefonini in aula

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Padre Graziano torna ad Arezzo per il processo in corte d'Assise dove è accusato dell'omicidio di Guerrina Piscaglia. Viaggio da Roma complicato per l'assenza, all'ultimo momento, dell'avvocato Zacheo che doveva accompagnarlo. Problema risolto in extremis: provvede un collaboratore di studio dell'altro avvocato, Angeletti. Gratien è ai domiciliari (rimessi in discussione dalla Cassazione) nel convento di Roma e il trasferimento avviene per scelta della difesa con un accompagnatore anche se il sacerdote potrebbe andare da solo. Udienza fondamentale: si parla di telefonini, tabulati, celle, intercettazioni. La Procura mira attraverso i testimoni (inquirenti dei carabinieri) a trasformare l'indizio principe in prova: Gratien aveva il telefonino della donna dal giorno della scomparsa, lo tenne fino a luglio per depistare e poi se ne liberò. L'imputato al riguardo: "Non mi avete visto". ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 15 APRILE