Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Gratien innocuo e dà fiducia". La difesa all'Assise: liberatelo

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

"Padre Graziano è innocuo e dà fiducia, liberatelo". Parte istanza della difesa di Gratien Alabi perché il prete imputato dell'omicidio di Guerrina Piscaglia venga tolto dai domiciliari. La mossa è di queste ore e a decidere sarà la stessa Corte d'Assise davanti alla quale si svolge il processo. Guarda video: Gratien ride Nell'istanza gli avvocati Francesco Zacheo e Riziero Angeletti fanno leva su diversi aspetti. L'andamento stesso del dibattimento, il comportamento ritenuto inappuntabile dell'imputato, il fatto che la stessa Assise ha emesso una ordinanza che consente al prete di andare da Roma ad Arezzo completamente libero senza agenti di polizia, le nuove leggi in materia di custodia cautelare e rischio di reiterazione del reato entrate in vigore proprio il 23 aprile 2015 quando Alabi venne arrestato. L'Assise torna a riunirsi il 29 aprile per una nuova udienza e proprio in quella data potrebbe essere valutata la richiesta di libertà, a due anni (1 maggio) dalla scomparsa di Guerrina che secondo il capo di imputazione è stata uccisa da Alabi, che ne ha fatto sparire il corpo. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 19 APRILE