Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Infarti, due salvataggi col defibrillatore

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Due salvataggi grazie al defibrillatore e al progetto "Arezzo Cuore". Due persone colpite da infarto sono state tempestivamente soccorse negli ultimi giorni da persone presenti nel territorio abilitate all'uso dello strumento. Il primo caso a Foiano della Chiana, nella notte del disastro Tab e della nube di fumi (non ci sarebbe collegamento tra l'incendio e il malore). Erano le 2 e l'intervento è stato rapidissimo e risolutivo, con il coinvolgimento delle persone che dopo aver seguito il corso per l'utilizzo del defibrillatore, in casi di emergenza come questo vengono raggiunti da sms del 118. L'episodio è raccontato sul Corriere di Arezzo del 19 aprile. Utilizzato il defibrillatore gestito dall'Avis, presente al fontanino dell'acqua di Foiano. Il secondo episodio ad Albergo, dove alle 8,23 di stamani è stato segnalato al 118 un uomo di 69 anni improvvisamente a terra, nel giardino di casa, senza segni di vita. Dal locale pubblico “Luna Blu” un compaesano è accorso con il defibrillatore del quale il locale stesso si è dotato. Un abitante (che come ventimila cittadini della provincia di Arezzo ha seguito il corso di bls-d) seguendo anche le indicazioni della centrale 118 ha effettuato le necessarie manovre rianimatorie sull'infartuato. Provvidenziale la scarica con il defibrillatore. Poi l'arrivo dell'ambulanza con l'infermiere. Quindi il viaggio al San Donato, con varie soste perché sono servite altre dieci scariche. In supporto anche l'automedica. All'arrivo in ospedale il cuore batteva, quindi il team cardiologico ha proceduto a disostruire il vaso chiuso, causa dell'infarto.  Il progetto “Arezzo cuore” è una carta vincente contro gli infarti. Obiettivo la cardio-protezione diffusa sul territorio, con una rete di defibrillatori ben distribuita e l'abilitazione di molti cittadini all'uso di questi apparti e alla capacità di fornire e praticare le prime manovre rianimatorie, spesso essenziali per il buon esisto del soccorso.