Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gratien: "Perdono chi mi accusa". Sorelle Piscaglia: "Dica verità su Guerrina"

Padre Graziano a Quarto Grado

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Guerrina, mistero televisivo. Con Padre Graziano che ripete: “Non ho ammazzato”. E perdona chi, dice lui, gli ha procurato ingiustizia e sofferenza. Mentre si avvicina la prossima udienza ad Arezzo in Corte d'Assise (29 aprile) Gratien Alabi torna a dire la sua ‘verità' (Quarto Grado, Remo Croci) e lancia la palla avvelenata contro il marito Mirco (“Quel giorno andammo insieme verso la canonica… se lui non sa la verità come posso saperla io?... forse io soffro più di lui”). Con gli avvocati che sembrano decisi a far parlare il prete in televisione, ma non in aula, e tentano di eliminare l'interrogatorio maldestro della scorsa estate, chiesto dalla stessa difesa e dove Alabi tra le altre cose conferma lo scambio di sms con Guerrina: “Vengo a prepararti il coniglio e facciamo l'amore” dice lei. “Vieni la porta della canonica è aperta”. Gratien Alabi  afferma: “Credo che lei sia viva, ho cercato di chiedere che si faccia vedere perché io soffro moralmente fisicamente”. Padre Graziano tace sugli indizi che per ora lo inguaiano (oltre ai 6118 contatti telefonici e 27mila secondi di conversazioni tra i due): zio Francesco, inesistente, l'uso del telefonino di Guerrina che appare elemento inconfutabile. Padre Graziano dice di essere vittima di cattiverie e pregiudizi razziali. “Non è giusto che io torni in carcere”. “Ho perdonato già chi mi ha procurato questa ingiustizia, perdono anche Cristina (la prostituta che dice aver fatto sesso con lui ndr)”. Sempre al programma di Nuzzi parla Mirco Alessandrini: “Guerrina mi manca… sento muovere i passi in casa. Dal mio cuore penso che sia viva. Padre Graziano parli, dica chi è stato”. Mentre nel programma Pomeriggio 5, Giorgia Scaccia inviata di Barbara D'Urso fa parlare le sorelle di Guerrina: "Padre Graziano non si deve permettere di parlare di Lorenzo. Smetta di buttare fango su di lei che non si puo' difendere. E' ora che dica la verità. Basta. Che fine ha fatto Guerrina e perché. A Cà Raffaello c'è gente che sa e non parla”.