Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Padre Graziano torna su facebook con un selfie

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Gli avvocati avevano sconsigliato a padre Graziano l'uso di facebook, dagli arresti domiciliari, ma Gratien Alabi non ha resistito alla tentazione del social. Con un selfie e alcuni post ha ripreso l'attività che i difensori avevano invitato a cessare dopo aver inserito un video sul dittatore congolese Mobutu. Quello tecnologico è un terreno sdrucciolevole per Alabi che su telefonate, tabulati, intercettazioni, errori di digitazione e altro vede poggiare parte dell'accusa nel processo in Corte d'Assise per l'omicidio di Guerrina Piscaglia. Reduce dalle interviste televisive per Mediaset dove i suoi avvocati lo hanno condotto e dove ha ribadito la sua innocenza, evitando le domande sugli aspetti cruciali del caso, Alabi ha postato un selfie che lo ritrae nella camera del convento con t-shirt bianca e altre immagini. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 27 APRILE