Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paziente aggredito e ucciso in ospedale: indagati 6 medici e manager

L'ospedale della Fratta

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Paziente aggredito e ucciso da degente psichiatrico sfuggito al controllo in ospedale. Sei indagati tra medici e manager del Servizio di psichiatria di Arezzo e della Valdichiana: l'accusa è omicidio colposo. Quasi due anni dopo la morte di Sergio Botti, 84 anni, di Castiglion Fiorentino, chiusa l'inchiesta della procura di Arezzo. L'uomo era ricoverato all'ospedale della Fratta e la sera del 9 luglio 2014 un 35enne con problemi psichici che si trovava in una stanza attigua al reparto, seguito da personale sanitario dopo una crisi, sfuggì agli infermieri entrò nella camera e mise le mani al collo del paziente. Nei giorni successivi il decesso. L'anno dopo il 35enne si è suicidato. Ma l'inchiesta è andata avanti. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 19 MAGGIO