Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Aggredita da furetto e morta, test dna su frammenti

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Anche il test dna nel caso dell'anziana aggredita in casa da un furetto. Lo ha disposto la procura per fare piena luce sul caso della novantenne di Arezzo deceduta pare per cause naturali (insufficienza renale) ma dopo essere stata oggetto di morsi e graffi da parte del mustelide, uno dei due furetti domestici presenti in casa, dove la donna viveva con la nipote. Dopo l'autopsia, che ha individuato lesioni al viso, al collo e alle spalle della donna (aggredita dall'animale mentre era a letto) eseguito il prelievo del dna della donna, da comparare con quello sviluppato sui frammenti di pelle (che si ritengono della donna) trovati sotto le unghie del furetto. C'è la volontà di eseguire tutti gli accertamenti per fare piena luce su un episodio con pochi precedenti. Intanto oggi, sabato 21 maggio, si svolge il funerale della novantenne. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 21 MAGGIO