Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Donna racconta: "Schiava per trent'anni di mio cugino"

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

“Schiava per trent'anni di mio cugino. Costretta dietro pressioni psicologiche e ricatti a subire in silenzio abusi sessuali continuati”. Drammatico faccia a faccia in tribunale ad Arezzo tra una donna e il parente, cinquantenni, lui più grande di lei di sei anni. “Tutto iniziò quando avevo 14 anni”, ha raccontato la donna davanti al giudice. Una incredibile storia ambientata a Sansepolcro. E gli abusi sarebbero proseguiti fino a quando lei, ormai sposata e con figli, di anni ne aveva 44. La denuncia tardiva dei fatto, presentata soltanto nel 2010, ha fatto cadere i reati in prescrizione. In corso però il processo per l'unico profilo penalmente rilevante rimasto in piedi, lo stalking, legato ai comportamenti più recenti che l'uomo avrebbe tenuto nella fase in cui la donna aveva trovato il coraggio di raccontare tutto al marito. L'imputato, sentito anche lui in aula, ha negato ogni cosa. Sia le violenze, comunque non più perseguibili, che gli atti persecutori dei quali è chiamato a rispondere. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 29 MAGGIO