Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Santo Spirito: ora triplete. Carboni, carriera senza un ferro

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Giostra, dopo la straordinaria stravinta da Santo Spirito, i giostratori dei Bastioni già protesi verso il possibile triplete. Domenica 4 settembre ad Arezzo è ancora Saracino: in palio la lancia dedicata al Beato Gregorio X. Cicerchia e Scortecci ritrovano i loro cavalli ufficiali, dopo lo stop imposto per l'anemia infettiva. Non c'è appagamento tra i gialloblu che non si pongono limiti. Si riorganizzano gli sconfitti, dopo la batosta. Intanto Carboni, Porta del Foro, racconta la sua carriera con il cavallo Orione senza un ferro. E in piazza, a quanto pare, non c'è un maniscalco per il pronto intervento. Il sindaco Ghinelli conferma la destinazione di tutto o parte degli incassi per i terremotati. Soddisfazione per la premiazione dal balcone che, nonostante le critiche, nobilita la consegna della lancia d'oro. Intanto il vice sindaco Gamurrini lamenta offese e minacce ricevute durante il corteo, mentre passava in costume da San Michele. Tra i servizi sulla Giostra, l'alfabeto: A come Andiamo a comandare: il tormentone dell'estate di Elia & Gian Maria. ARTICOLI SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 29 AGOSTO