Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Omicidio di Katia, Piter: "Con lo straccio pulii il sangue"

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Omicidio di Katia, è il giorno dell'interrogatorio in carcere per Piter Polverini, 24 anni, accusato di averla uccisa dopo una lite sui soldi. "Usai quello straccio per pulire il sangue": è una delle ammissioni fatte dal giovane al momento dell'arresto avvenuto a San Giustino venerdì 16 settembre per il delitto di Sansepolcro. Ma una vera confessione non c'è stata (dichiarazioni ai carabinieri inutilizzabili nel processo perché rese senza avvocato) quindi si vedrà se Piter ha intenzione o meno di collaborare. E' stato lui a portare gli inquirenti al cespuglio dove si trovavano panno e martello col quale è avvenuto il massacro della donna. I due oggetti erano nella Nissan del babbo con la quale Polverini quella notte si appartò con la 39enne che era disperatamente in cerca di denaro. Analisi scientifiche anche sulla vettura per trovare altri indizi. Quadro accusatorio già pesantissimo. Alle 10.30 di oggi, 19 settembre, il gip Anna Maria Loprete entra nel carcere di Arezzo per l'interrogatorio. Gli avvocati Mario Cherubini e Roberta Blasi saranno a fianco dell'arrestato. ARTICOLI SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 19 SETTEMBRE