Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Katia, omaggi nel luogo del delitto. Piter, incontri in carcere

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Una pianta di rosa nel luogo dove è stata uccisa Katia Dell'Omarino. E un biglietto: "Ciao piccola Katia". Omaggi deposti a Sansepolcro dall'amica Cristina, titolare del bar di Selci frequentato dalla 39enne uccisa a colpi di martello: omicidio per il quale è in carcere Piter Polverini, 24 anni, aretino residente a San Giustino Umbro. L'amica di Katia si commuove, impreca e ricorda: "Katia era innamorata di un cinquantenne". Intanto in carcere ad Arezzo il giovane resta in silenzio dopo aver ammesso ai carabinieri di aver colpito a morte la donna e dopo aver fatto ritrovare martello e panno sporchi di sangue. Ha incontrato il cappellano, oggi, mercoledì 21 settembre vedrà la famiglia e prima della fine della settimana gli avvocati per decidere se e come collaborare. Da mettere a fuoco meglio il movente, forse il giovane temeva di essere denunciato. ARTICOLI SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 21 SETTEMBRE