Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Omicidio di Katia, genetista esamina sangue martello e straccio

Biglietto nel luogo del delitto

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Omicidio di Katia, le tracce di sangue sul martello e sullo straccio fatti ritrovare dal giovane arrestato saranno esaminate dalla genetista Isabella Spinetti, della Medicina Legale di Pisa. Un accertamento tecnico irripetibile disposto dal pm Julia Maggiore per completare il quadro del delitto di Sansepolcro per il quale Piter Polverini, 24 anni di San Giustino, è in carcere ad Arezzo con l'accusa di omicidio volontario. Il sangue degli oggetti - a disposizione dell'esperta lunedì 26 settembre - sarà comparato con il sangue di Katia Dell'Omarino. Accertamenti anche sull'auto, il suv Nissan, sul quale la coppia viaggiò da Sansepolcro al luogo del delitto, dove scoppiò la furiosa lite sfociata nell'assassinio per motivi di soldi legati ad un atto sessuale. L'arrestato dopo le prime ammissioni continua a rimanere in silenzio in cella. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 22 SETTEMBRE