Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siringhe in città, caditoie piene e nuovo allarme Saione

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Ancora appelli e foto choc dalla città di Arezzo dove il fenomeno delle siringhe a cielo aperto e del degrado, unito a furti, preoccupa ampie zone e quartieri. Nuovo allarme da Saione, stavolta da via Vezzosi e il Corriere di Arezzo prosegue il suo tour per documentare le situazioni in attesa di soluzione. A pochipassi da via Provenza e via Duccio di Buoninsegna, dove anche il comandante della Polizia Municipale ha effettuato un sopralluogo, in via Vezzosi siringhe sull'asfalto, fazzoletti insanguinati, caditoie sommerse di siringhe. Sporcizia, ma anche furti e paura. Eloquente lo sfogo di una aretina che vive in zona: “Qui si drogano alla luce del giorno, in mezzo ai cortili privati e all'ora di pranzo. La sera abbiamo paura a rientrare a casa. La notte ci rubano le biciclette dalle cantine. È un continuo via va di persone che mettono paura e che bivaccano”. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 12 DICEMBRE