Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Oro sparito, il vigilante cambia idea: non parla

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Giallo dell'oro sparito per 4 milioni dal furgone blindato Securpol, altro colpo di scena mentre si avvicina il processo ad Arezzo. Il vigilante arrestato per il maxi furto, Antonio Di Stazio, non renderà interrogatorio davanti al pm. Nelle scorse settimane sembrava intenzionato a farlo e l'incontro era in programma dopo Natale. Nulla di fatto. Chi sperava in una rivelazione sulla fine fatta dai cinquanta chili di verghe in oro rimarrà deluso. Ora si attende la fissazione del processo davanti al giudice monocratico. L'uomo è in carcere a Perugia. Il colpo risale all'11 luglio 2016, dieci giorni dopo l'arresto, dopo che la guardia giurata, prima scomparsa, si era presentata dai carabinieri. A vuoto le indagini e le perquisizioni per risalire ad eventuali complici. Una telecamera riprese Di Stazio mentre si dileguava col furgone portavalori, poi trovato vuoto. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 4 GENNAIO