Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Attacco spray alla polizia

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Offese ai poliziotti sulle pareti degli edifici ad Arezzo. Tanti gli oltraggi a pubblico ufficiale indirizzati agli uomini in divisa. Adesso c'è anche una "dedica" offensiva. Sull' onda poetica della famosa "Sei bella come la rovesciata di Menchino Neri", ecco che c'è stato chi ha impugnato un pennarello per un'ingiuria: "Sei bella come gli sbirri morti". E' apparsa nello slargo che si apre sopra il gioco del pallone e che corre lungo via della Minerva all'altezza del bivio con Santa Croce. Ma tanti sono i casi. Varie volte appare il famigerato acronimo ACAB (all cops are bastards). E nuove tag sono state scoperte nel ritinteggiato sottopasso al Giotto. Sembra si tratti di nuovi graffitari. Ma in città c'è anche chi decora luoghi in segno di civiltà. Così alla scuola di via Tricca. ARTICOLI COMPLETI SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA DEL 27 MARZO