Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Schiacciato e ucciso dal tronco per una telefonata

Gabriele Casi, 20 anni

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Morto a venti anni schiacciato dall'albero che stava tagliando con il babbo, si affaccia  una nuova ricostruzione nella tragedia avvenuta sull'Alpe di Catenaia nel comune di Anghiari. Gabriele Casi si sarebbe spostato dal luogo dove era con il trattore, in  sicurezza, per utilizzare il cellulare col quale stava comunicando con la fidanzata. Una fatalità. Un movimento che lo avrebbe fatto trovare fuori dal perimetro nel quale doveva trovarsi, proprio nel punto dove cadde il tronco del grosso abete. Questa sequenza dei  fatti - che emergerebbe dalla lettura dei telefonini - scagionerebbe il padre, Sauro, di Caprese Michelangelo, che oltre alla perdita del figlio e al dolore infinito di averlo visto morire davanti agli occhi, è alle prese anche  con  lo  strascico dell'inchiesta giudiziaria della procura di Arezzo che  lo vede indagato per omicidio colposo, come datore di lavoro. Alle 7.38  l'ultimo messaggio del ragazzo alla ragazza, alle 7.40 la telefonata  del babbo per chiedere i  soccorsi. ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA DEL 7  APRILE