Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Crollo diga Montedoglio: due rinviati a giudizio

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Rinviati a giudizio in due per il crollo della diga di Montedoglio del 29 dicembre 2010. L'ex direttore dell'Ente Irriguo, l'architetto Diego Zurli, e l'ingegner Stefano Cola, compariranno davanti ai giudici il 10 luglio. Il reato ipotizzato è il disastro aggravato (da 6 a 12 anni la pena). In aula, nell'udienza preliminare, il procuratore Roberto Rossi. Il giudice Gianni Fruganti ha ritenuto di dover mandare a processo gli imputati, difesi dall'avvocato Piero Melani Graverini. Per la procura ci furono responsabilità, in termini di omissioni e negligenze, nel crollo dei conci venuti giù quella notte. Una crepa sarebbe stata sottovalutata anni prima. Il cedimento avvenne durante la fase di collaudo, con il riempimento dell'invaso. Il crollo fu causato anche da materiali scadenti usati nella costruzione, ma progettisti e costruttori sono morti. Altri indagati sono usciti di scena. Per la difesa non ci fu disastro ambientale, e l'Ente Irriguo, con i suoi funzionari e tecnici, non c'entra. La parola al dibattimento.