Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sigarette di contrabbando, profumi, soldi: 7 arresti

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

La Polizia Stradale di Arezzo, Sottosezione di Battifolle, ha arrestato sette persone nel ponte del 2 Giugno, tra truffatori e contrabbandieri. I primi a essere intercettati vicino al casello autostradale di Arezzo sono stati 4 rumeni, a bordo di un'AUDI A/4. Nell'auto sono stati trovati, ben inscatolati ma contraffatti, 130 profumi e 14 smartphone delle più noti marche, oltre a 150 pacchetti di sigarette nascosti nel vano della ruota di scorta. Tutto il materiale, immesso sul mercato nero, avrebbe fruttato circa 10.000 euro, ma è stato sequestrato dalla Polstrada, che ha pure denunciato i malfattori. Poi è toccato a 2 albanesi che, poche ore più tardi, sono stati fermati prima dell'uscita di Valdarno su una Mercedes. Si sono mostrati nervosi agli agenti e, poi, si è capito il perché. Da sotto un sedile sono uscite fuori, racchiuse in un cellophane, 10 mazzette di danaro con oltre 54.000 euro, di cui non hanno saputo spiegare la provenienza. Le banconote e l'auto sono state sequestrate e i due stranieri dovranno rispondere di possesso ingiustificato di valuta. Infine, è stato il turno di un ucraino, bloccato presso l'area di parcheggio di S. Giovanni con oltre 85 chili di sigarette lavorate all'estero. Lui è stato arrestato dagli investigatori di Battifolle, che hanno provveduto a sequestrare l'auto e le bionde, dalla cui vendita i contrabbandieri avrebbero ricavato oltre 12.000 euro.