Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Operaio in cassa lavora per conto suo, detective lo fotografa: licenziato

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

L'operaio era in cassa integrazione, ma l'investigatore privato incaricato dalla ditta edile di controllarlo, lo ha fotografato mentre lavorava per conto proprio in una casa. Per un quarantenne aretino è così scattato il licenziamento per giusta causa. Il drastico provvedimento ora è al centro di una disputa dinanzi al giudice del lavoro di Arezzo. Da un lato l'azienda lamenta il "tradimento" (usava anche la tuta dell'impresa) e la concorrenza sleale, dall'altra l'ex dipendente sostiene di aver effettuato quei lavori gratuitamente per un amico. A vuoto il tentativo di conciliazione tra le parti, causa nel vivo. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA DEL 7 GIUGNO