Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bimba morta dimenticata dalla mamma in auto. L'autopsia, quel caffè, l'addio

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Bimba morta dimenticata nell'auto dalla mamma, la donna durante la mattinata di lavoro era anche  uscita dall'ufficio del Comune per un caffè. Ma, convinta di aver portato la figlioletta al nido, non si è avvicinata alla Lancia Y parcheggiata nella piazza di Castelfranco di Sopra, dove la piccola Tamara Ross stava morendo. E' un particolare che emerge nella  ricostruzione della tragedia che  ha sconvolto il Valdarno e tutta Italia. La procura di Arezzo ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. L'autopsia sul corpicino della bimba sarà eseguita domani mattina, venerdì 9 giugno, all'ospedale della Gruccia dal medico legale dottor Matteo Benvenuti. Il decesso è stato con ogni probabilità causato da colpo di calore: nell'abitacolo dell'utilitaria dove la bimba era sul seggiolino sistemato nel sedile posteriore, la temperatura si è innalzata in modo enorme dall'orario di arrivo, prima delle 9, fino a quando Ilaria Naldini, la mamma 38enne, dopo le 14, è salita per fare manovra. L'organismo della piccola non ha retto e i disperati tentativi di  rianimazione sono  andati  falliti. La famiglia è assistita legalmente dall'avvocato Andrea Frosali, il pm titolare del caso è il dottor Andrea Claudiani. In Valdarno annullate per lutto molte manifestazioni. Cordoglio e dolore. Il funerale della bimba, che era nata nel gennaio 2016, e quindi non aveva ancora compiuto il diciassettesimo mese di vita, potrebbe aver luogo sabato 9 giugno a Terranuova Bracciolini, doveva risiede la famiglia, ma ancora nulla è stato deciso.