Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cinghiale abbattuto vicino a bambino: caso sicurezza

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Cinghiale abbattuto nei pressi di Arezzo mentre bambino cammina nei pressi con mamma e zia, si apre un caso sicurezza. E' successo a Vitiano e dell'episodio si sono occupati anche i carabinieri. La battuta era autorizzata: un intervento di  contenimento per il proliferare di ungulati. Ma il babbo del bambino, pur favorevole all'attività di contrasto ai danni provocati da ungulati, sottolinea alcuni aspetti: i suoi familiari, dice, usciti di casa dopo cena passeggiavano verso le 21.10 sulla strada, a monte della regionale 71 vicino a Cozzano, e i cacciatori hanno esploso il colpo di carabina proprio in direzione della strada. Sul rispetto delle distanze accertamenti in corso (c'è anche un casa nelle vicinanze) ma perplessità sui regolamenti applicati dall'Atc. Pare inoltre che chi ha sparato non avesse il giubbotto ad alta visibilità. Interviene anche l'esponente locale di Federcaccia che pone come prioritaria la questione sicurezza. Il bambino è rimasto spaventato dallo sparo a breve distanza, dice il babbo, e ora ha paura ad uscire. ARTICOLI SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA DEL 1 LUGLIO