Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tenta di corrompere poliziotto per togliere multa al figlio

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Tenta di corrompere poliziotto per evitare la multa al figlio: è successo a Castiglion Fiorentino durante uno dei servizi svolti dalla locale Polizia Municipale finalizzati alla sicurezza stradale. A riferirlo è il sindaco Mario Agnelli. Tutto è iniziato con il controllo di un cittadino cinese di 19 anni. Alla classica domanda degli agenti “patente e libretto”, il ragazzo rispondeva di essersi dimenticato la patente di guida a casa. I vigili dopo gli accertamenti del caso, hanno scoperto che il cinese non è mai stato titolare di patente di guida quindi si sono recati alla sua abitazione per contestargli la multa di ben 5000 euro. È in questo momento che sarebbe entrata in scena la madre. La donna, in maniera molto gentile e garbata, avrebbe cercato in tutti i modi di convincere gli agenti a soprassedere. Visto che questa tattica non otteneva i risultati sperati, la cinese si sarebbe avvicinata all'ufficiale e gli avrebbe infilato all'interno della tasca dei pantaloni della divisa 5 banconote da 100 euro. La reazione è stata immediata, madre e figlio sono stati accompagnati al Comando per gli adempimenti del caso. Al giovane è stato notificato il verbale da 5000 Euro, mentre per la donna è scattata una denuncia in procura per istigazione alla corruzione e i 500 Euro offerti per corrompere i pubblici ufficiali sono stati sequestrati.