Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tribunale senza caffè, il caso va in giunta

La precedente gestione del bar

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Bar del tribunale di Arezzo chiuso per l'affitto applicato dal Comune stratosferico e impossibile da onorare: il caso arriva in giunta. Il sindaco Ghinelli annuncia che a inizio anno l'amministrazione comunale si occuperà della questione che dal 29 dicembre vede il palazzo di giustizia senza servizio ristoro interno e due persone rimaste senza lavoro. Troppo alto il canone di 2500 euro mensili, sproporzionato rispetto al volume di affari dell'esercizio. Ultimi caffè serviti da Patrizia e Agnese, solidarietà espressa da magistrati, avvocati, funzionari, impiegati e forze dell'ordine. L'avvocato Riccardo La Ferla, che assiste la società che gestiva il Bar Condicio, avvia una trattativa con il Comune. Intanto il sindaco spiega anche come mai non è stata riaperta la porta principale dell'edificio, sul lato monumentale. Un altro aspetto che ha penalizzato il bar. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA DEL 30 DICEMBRE