Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In manette i finti carabinieri

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Avevano  tentato la solita truffa del falso carabiniere . Questa volta invece del falso incidente avevano convinto la vittima di turno, una 90enne di San Giovanni Valdarno, che aveva in casa soldi che provenivano da furti in abitazione e bisognava consegnarli per fare una comparazione con altri sequestrati. I carabinieri sono dunque intervenuti arrestato per truffa aggravata e violazione di domicilio tre napoletani. Uno di loro, con la complicità degli altri due che rimanevano all'esterno a bordo di due autoveicoli, qualificandosi quale appartenente all'Arma dei Carabinieri (non in uniforme, mostrando tesserini di riconoscimento), si sarebbe introdotto nell'abitazione della novantenne. All'anziana veniva richiesto di consegnare tutti i soldi che aveva in casa, asseritamene per compararli con denaro asportato in precedente furto che effettivamente la donna aveva subito mesi addietro. Dunque la donna ha consegnato 650 euro. I  tre, fermati poco distanti, sono stati trovati in possesso di 2890 euro ritenuti dagli investigatori il possibile provento delle truffe, nonché di cellulari e carte bancomat, tutto posto sotto sequestro. Sulla base di informazioni raccolte da telefoni cellulari, la perquisizione veniva estesa a Montecatini, presso un hotel dove nelle tre camere in uso agli arrestati sono stati trovati altri 5.450 euro, 1 tablet, uno smartwatch ed un trolley chiuso, tutto posto sotto sequestro. denaro posto sotto sequestro.