Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Atto sessuale dal vicino": la ragazza denuncia tardi, tutto prescritto

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

"Sono stata vittima di atti sessuali, è stato il vicino di casa". Ma la denuncia di una ragazza di Arezzo, 22 anni, è caduta nel vuoto. Tutto prescritto. Dopo la rivelazione nei confronti di un pensionato era stato aperto un procedimento, poi il processo con rito abbreviato - quindi a porte chiuse - di fronte al giudice Piergiorgio Ponticelli. Stando a quanto ricostruito dall'accusa, il presunto abuso sarebbe avvenuto in un giardino quando la giovane - costituitasi parte civile e assistita dall'avvocato Antonio Bonacci - aveva circa dodici anni. Si parla di un palpeggiamento al seno. Una vicenda rimasta avvolta per quasi dieci anni nel silenzio della ragazza. Fino a quando il suo racconto non è stato  ascoltato, finendo in un fascicolo processuale. Il pubblico ministero ChiaraPistolesi aveva chiesto la condanna dell'imputato, indicando la pena in 4 anni e 8 mesi. Sulla vicenda pendeva la prescrizione e infatti il giudice Ponticelli ha fissato il proscioglimento dell'imputato - assistito dall'avvocato Mauro Messeri - dichiarando il reato estinto.