Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Susy, fuga finita: "Ero stufa". Il marito: "Ti abbraccio, ma spiegami"

La donna scomparsa e il marito

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Il caso di Susy Paci è chiuso ed entra in una sfera tutta privata. Alle 19 di lunedì 12 febbraio la donna di Arezzo scomparsa da casa il 23 gennaio, si è presentata al commissariato Vicaria Mercato di Napoli. "Ero stufa. E' stata una pausa di riflessione", avrebbe detto. E' in buone condizioni di salute. Susy non si è mai mossa dalla città dove era giunta quello stesso giorno, accolta da un amico conosciuto su facebook col quale ha trascorso la prima notte in hotel. Poi lunghi giorni senza dare notizie di sé fino alla decisione di porre fine alla situazione che aveva mobilitato procure e polizia di Arezzo e Napoli. Il rientro ad Arezzo è previsto per oggi, martedì 13, o per il 14.  Che San Valentino sarà tra Susy Paci e il marito Celestino Gualdani è questione privata. L'uomo, dichiara: "La abbraccio appena ritorna a casa. Ma mi deve spiegare. Mi deve dire perché. Venti giorni sono tanti." E ancora: "I messaggi ubriacano il cervello" riferendosi all'utilizzo dei social e dei cellulari. Pronti a riabbracciare la mamma i due figli e sospiro di sollievo anche per gli anziani genitori. A convincere la donna a farsi avanti è stata la titolare di un bed and breakfast. La Paci è stata sentita in procura per comprendere ragioni della fuga e dove ha trascorso questo periodo. Nessuna ipotesi di reato per le persone venute in contatto con lei: una iniziativa personale, che però ha fatto temere il peggio per il black out totale: telefono spento e nessun segnale La squadra mobile di Arezzo era sulle tracce della donna che, pare, sabato scorso aveva messo un 'mi piace' sotto al post di un amico.