Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fallimento Arezzo, striscione davanti al tribunale

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

"Con l'Arezzo niente scherzi!" Questa la scritta apparsa questa mattina, martedì 13 marzo, davanti al tribunale di Arezzo dove giovedì 15 è in programma l'udienza pre fallimentare per l'Arezzo calcio davanti al giudice relatore Antonio Picardi. Nella scritta sullo striscione appeso di fronte a Palazzo di Giustizia, appare proprio il nome del giudice dinanzi al quale, a porte chiuse, viene incardinato il procedimento sulla base delle istanze di fallimento presentate dai creditori. Per quel giorno (udienza alle 9.30) è prevista una nutrita partecipazione di sostenitori dell'Arezzo che hanno a cuore le sorti della squadra. In base alla procedura, la decisione sul fallimento e sull'esercizio provvisorio spetta poi in un fase successiva al collegio composto dai giudici Carlo Breggia, presidente, Michela Grillo e dallo stesso relatore Picardi. Ma su tutto incombe come una spada di damocle la scadenza del pagamento degli stipendi, fissata per il 16 marzo, il giorno successivo, senza i quali l'operazione salvataggio dell'Arezzo può naufragare. Da qui l'urgenza di fare presto. Lo striscione apparso davanti al tribunale è stato rimosso dalla polizia.