Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scala l'Alpe di Poti in sella alla Graziella

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Di tutto e di più all'Ardita, ciclostorica per biciclette d'epoca. Ad Arezzo battuto il record di partecipanti domenica 22 aprile: in 330 sono partiti da Piazza Grande. Uno spettacolo lungo i tre percorsi da 25, 50 e 80 chilometri. Nel lungo da registrare l'impresa di Andrea Vanneschi che ha scalato l'Alpe di Poti - celebre sterrato che nel 2016 è stato teatro di una formidabile tappa del Giro d'Italia - in sella ad una Graziella. Altra impresa quella di Alessio Merli che si è cimentato sull'ascesa (otto chilometri di sterrato con pendenza massima del 14 per cento) vestito da prete con la tonaca su una bici da parroco d'altri tempi. Nella cronoscalata ha vinto Sauro Nocenti (lo Smanna). Alla manifestazione, sapientemente organizzata dagli Arditi guidati da Massimiliano Refi, ha preso parte anche Francesco Moser. Una giornata di sport e territorio, con ristori speciali lungo il tracciato: a Castelluccio, Subbiano e a Poti. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 23 APRILE