Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Si riconosce sulla stampa del Corriere: "Quel bimbo alla Fiera sono io"

Flavio Di Gregorio oggi e bambino

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

“Pronto è la redazione del Corriere? Ecco, volevo dirvi che io sono quel bambino della foto che avete messo a pagina 17”. Dall'altro capo del telefono la voce di un signore che bambino non lo è più, ma che ha comunque gioito al pari di un bambino quando si è riconosciuto nella foto-stampa che domani il Corriere regala ai suoi lettori. Non solo perché si è rivisto bimbo di otto anni, ma perché nella foto fatta in piazza Grande ci sono anche i suoi genitori e la sua nonna. Arezzo, 1968. Flavio Di Gregorio è un bimbo di otto anni. Vestito elegante, ha anche il cravattino, gira per piazza Grande. “Forse era l'edizione di ottobre”, ricorda oggi che è medico e che dal 1978 vive a Roma dove lavora al Policlinico Gemelli. Ma il cordone ombelicale non lo ha mai spezzato, tanto che è stata proprio la moglie, ad Arezzo in questo fine settimana, a segnalargli la foto. “Sono felicissimo, perché nonostante la mia faccia che sembra un po' annoiata, visto che sono distante da mia mamma, mia nonna e ora che guardo bene anche da mio padre, sono contento di essermi rivisto e di essere in qualche modo protagonista di questi giorni speciali della Fiera”. ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 2 GIUGNO 2018