Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lei: "Mi ha stuprata". Lui: "Ubriachi, lei ci stava". Arrestato clandestino marocchino

default_image

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Sesso, alcol e degrado. Brutta storia ad Arezzo. Un marocchino clandestino di 56 anni è stato arrestato dai carabinieri per violenza sessuale aggravata. Avrebbe stuprato una donna aretina di 30 anni, che conosceva, in un luogo abbandonato nella zona dei Cappuccini, in via dei Campanacci dove il degrado la fa da padrona tra le proteste inascoltate della gente. Lui però parla di rapporto consenziente: "Eravamo ubriachi". Il fatto è avvenuto giovedì scorso, in serata. La donna avrebbe trascorso tutta la notte con il nordafricano. I due si conoscono e lo straniero le avrebbe preso per strada la bicicletta invitandola a seguirlo se la rivoleva. Poi l'avrebbe minacciata con un coltello e si sarebbe consumata la violenza. La denuncia ai carabinieri è del giorno successivo. Per gli uomini della Compagnia dei carabinieri di Arezzo non è stato difficile rintracciare il marocchino, che non si è mai mosso dalla zona ed è stato fermato in via Curina. E' già noto per droga. Prossimo atto l'udienza per la convalida del fermo di pg fatto scattare dal pm Julia Maggiore.