Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ex ristorante Torrino: misure per baby vandali. Perché è pignorato

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Ex ristorante il Torrino, convalidati gli arresti per i tre ventenni - due di Foiano e uno di Selci Lama - arrestati dalla polizia per furto e danneggiamenti (lancio di piatti e arredi distrutti). Obbligo di dimora nei comuni di residenza e divieto di uscire nelle ore notturne: queste le misure cautelari disposte dal giudice monocratico. Il 25 luglio la direttissima. Contestato ai ragazzi il furto aggravato (porta forzata) ma non il danneggiamento che è perseguibile su querela. Della ragazzina di 15 anni si occupa la procura del tribunale dei minori di Firenze. L'ex glorioso ristorante il Torrino, a pochi chilometri da Arezzo sulla strada per Palazzo del Pero, aperto a inizio anni Settanta è pignorato in attesa di vendita (trattativa o asta): la famiglia Drago che lo gestiva fino al 2015 ha fatto altre scelte e la società che ne è proprietaria è andata in sofferenza, per il mancato affitto, nel versare le rate del mutuo. Due operazioni di acquisto sono sfumate per problemi di affidamento sorti in seguito alla crisi di Banca Etruria. Una società immobiliare di Firenze tenta di nuovo la vendita, altrimenti si va all'asta. In corso perizie. Giudicato con valore di 2 milioni di euro inizialmente, il valore è precipitato. Intanto è bersaglio dei vandali e dei ladri. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 5 LUGLIO