Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Controlli sicurezza: nei guai irregolari stranieri e ubriachi italiani

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Ancora controlli a Saione, al Pionta e non solo. Gli uomini della Squadra Volanti della Questura di Arezzo, unitamente ad una aliquota del Reparto Mobile-Firenze, nella serata di sabato 4 agosto hanno setacciato l'intero centro cittadino. Obiettivo dei controlli sono stati i parchi della città e le attività commerciali gestite da etnie straniere sono state sottoposte ad un capillare controllo amministrativo e sanitario al fine di verificare la loro regolarità. Gli operatori di polizia al calare della sera hanno iniziato i loro controlli nel parco adiacente la stazione ferroviaria, Campo di Marte, zona abitualmente frequentata da soggetti di nazionalità straniera, verificando la regolarità sul territorio nazionale degli astanti. Successivamente il dispositivo di sicurezza si è trasferito nei giardini del Colle del Pionta, altra zona della città con un alto tasso di frequentazione di soggetti stranieri. All'interno del parco, a seguito dei controlli in Banca Dati, sono stati ritrovati tre soggetti extracomunitari non in regola con le norme sul permesso di soggiorno. Gli stessi, pertanto, venivano accompagnati presso la locale Questura, ed dopo essere stati compiutamente fotosegnalati, venivano deferiti all'autorità giudiziaria per inosservanza della normativa stranieri. Uno dei soggetti denunciati, risultava già essere destinatario di una misura di prevenzione  emessa dal Questore di Arezzo, consistente nell'allontanamento dal territorio di Arezzo per un periodo di tre anni. La inosservanza della suddetta misura ha consentito di denunciare ulteriormente il soggetto, con conseguente aggravamento della sua posizione ad un locale di vendita di cibi e bevande. Nei pressi di un albergo, inoltre, personale delle Volanti procedevano ad identificare un soggetto tunisino già gravato da numerosi precedenti e provvedimento di espulsione. Lo stesso in giornata è stato accompagnato per il Centro di Identificazione ed Espulsione di Potenza per poi essere rimpatriato in Tunisia. Gli incisivi controlli hanno avuto poi ad oggetto i locali di ristorazione gestiti da persone di nazionalità straniere. Per due di questi, il personale della Polizia amministrativa, coadiuvato da personale della locale ASL, a seguito dell'accertamento e contestazione delle relative irregolarità, amministrative e sanitarie, ha provveduto ad imporre alcune prescrizione, con temporanea chiusura, in attesa del relativo adeguamento. Nel corso del servizio, inoltre, si procedeva ad elevare sanzione amministrativa per  manifesta ubriachezza in luogo pubblico a carico di due soggetti italiani. Gli stessi, dopo essere stati accolti per la ristorazione in un locale del centro, a causa dell'eccessivo consumo di bevande alcoliche, assumevano un atteggiamento molesto nei confronti dei gestori e degli altri clienti del locale. Il personale di polizia, pertanto, procedeva ad un accompagnamento presso gli uffici della Questura dei due, deferendoli all'autorità amministrativa per manifesta ebbrezza alcolica in luogo pubblico. Uno dei due, inoltre, già gravato da numerosi precedenti di polizia e residente in provincia di Torino, è stato sottoposto al provvedimento del Questore di Arezzo di Foglio di Via Obbligatorio.