Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scippata all'uscita del supermercato, arrestato nigeriano

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Nella giornata di martedì 7 agosto, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Arezzo, nel corso di un mirato servizio di contrasto ai reati contro il patrimonio, ed in particolare ai furti nel centro cittadino e nelle periferie, hanno tratto in arresto tre persone in flagranza di reato. Il primo arresto nel pomeriggio: un cittadino 30 enne nigeriano, ha tentato di scippare una borsa ad una donna all'uscita di un supermercato cittadino che prontamente si rivolgeva,  tramite l'utenza di pronto intervento 112, alla centrale operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Arezzo. I militari del N.O.R.M., ricevuta la segnalazione e giunti immediatamente sul posto, una volta acquisita la descrizione del soggetto e le indicazioni relative alla via di fuga, hanno rintracciato l'extracomunitario nelle vie adiacenti e, dopo un breve tentativo di fuga, e a trarlo in arresto. Nel corso della notte, invece, i Carabinieri sono intervenuti a seguito di un furto avvenuto all'interno di un camping cittadino, dove ignoti hanno forzato la porta di ingresso ed asportato il registratore di cassa contenente l'incasso della giornata. I Carabinieri, dalla visione delle immagini dell'impianto di videosorveglianza, sono riusciti ad individuare l'auto con cui i ladri erano scappati, una Volkswagen rubata il giorno precedente nel centro cittadino. Le immediate ricerche dell'auto hanno consentito, dopo pochi minuti, di rintracciarla in via Calamandrei. All'interno del mezzo è stato rinvenuto il registratore di cassa. I due occupanti, un italiano classe 1995 ed un tunisino classe 1986, entrambi con pregiudizi di polizia, sono stati pertanto arrestati per furto aggravato in concorso e per ricettazione dell'autovettura.